PhotoSì PrintUP alla Foodie Geek Dinner di Venezia  By

PhotoSì PrintUP alla Foodie Geek Dinner di Venezia

Ogni cena un tema, ogni tappa un mood diverso: così è la Foodie Geek Dinner, l’evento che io e Francesca Gonzales abbiamo ideato un anno fa, e che portiamo in giro per l’Italia.

Il 26 ottobre abbiamo fatto tappa a Venezia, precisamente a Villa Ines, una Villa Liberty che ci ha accolto per una cena a base di cibo e racconti: il tema di questa tappa era infatti LE MILLE E UNA CENA, quando Shahrazad ha una forchetta, ovvero la storia del tuo gusto nei piatti della Foodie Geek Dinner.

Come sempre, abbiamo chiesto agli invitati di proporre un menu ispirandosi al tema della cena, e sono arrivati nomi dei piatti reali e di fantasia, insieme a memorie e storie inventate.

Per ogni tappa creiamo un mondo dove il cibo è reale ma proviene dalla fantasia dei partecipanti, e il gioco è il trait d’union che fa da sfondo a una serata scanzonata e informale, che ha come scopo quello di creare rete tra persone che sono professioniste e appassionate di cibo.

PhotoSì PrintUP alla Foodie Geek Dinner di Venezia

Ci piace ringraziare le persone che hanno scelto di far parte della Foodie Geek Dinner con un kit dei nostri sponsor, una shopper ricca di prodotti buoni e utili da utilizzare in cucina o al pc tutti i giorni.
Nel kit inseriamo sempre una foto stampata con PhotoSì PrintUP, una grafica che realizziamo in maniera sempre diversa a seconda del tema della tappa: questa volta ci è venuta incontro Acqua Alisea con uno schizzo che ci ha aperto un mondo. È nato così il claim della foto, che è “Per dissetarsi di storie, basta immaginare un piatto”: abbiamo stampato 70 foto con la cornice social, con il QR code diretto alla App e la data e il luogo dell’evento.

Un modo diverso per lasciare un ricordo, una foto che dall’online passa all’offline, dallo smartphone alla casa di chi ha partecipato alla cena.

Il prossimo appuntamento con la Foodie Geek Dinner è a Roma il 29 novembre: la domanda è “Quale foto stamperanno i nostri eroi?”.

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento