Il mondo di Instagram in un canvas  By

Il mondo di Instagram in un canvas

Instagram ci aiuta a catturare gli attimi di vita quotidiana, quei piccoli dettagli che colorano le nostre giornate e le rendono uniche. La piccola rivoluzione nel mondo della fotografia che Instagram ha portato con sé può uscire dai confini dell’applicazione ed entrare nella nostra realtà e nella nostra casa.

Ho pensato di raccogliere le immagini di oggetti di uso quotidiano che amo e che hanno fatto parte di questa estate – dalla tazzina di caffè alle piantine del mio terrazzo, dalla borsa alle ciabattine usate in spiaggia – in un quadro da appoggiare sul mobile del mio studio. Perché? Per ricordarmi la gioia che mi dà il mio smalto preferito o la mia borsetta del cuore.

Se volete realizzare anche voi il canvas della vostra estate, ecco il procedimento.

Il mondo di Instagram in un canvas

Occorrente:

  • stampe PrintUP di foto scattate con Instagram – perfette perché di formato quadrato
  • una tela intelaiata da pittore
  • colla vinilica
  • pennello piatto

Posizionate le foto sulla tela e scegliete la composizione che più vi piace. Togliete le foto.

Il mondo di Instagram in un canvas

Stendete uno strato abbondante di colla vinilica sulla tela, facendo attenzione a non creare accumuli di colla.

Il mondo di Instagram in un canvas

Avvicinate le foto, una per volta, sulla tela, nella posizione che avete scelto. Fate aderire le foto aiutandovi con uno straccio pulito per non lasciare impronte.

Lasciate asciugare.

Ora avete il vostro canvas dell’estate!

Il mondo di Instagram in un canvas

Quali sono le foto che amate di più e che mettereste nel vostro quadro personale?

The following two tabs change content below.

Conosciuta in Rete come 100% Mamma, ha due bambine, Sofia e Cecilia, di 4 e 2 anni. La passione per la comunicazione l'ha accompagnata nel suo percorso lavorativo e l'ha trasformata da alcuni mesi in una blogger di professione. Riciclo creativo, crafting e diy in compagnia delle bambine, così trascorre i suoi pomeriggi.

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento