Fotografia in safari: alcuni consigli  By

Fotografia in safari: alcuni consigli

Tornata da pochi giorni da un viaggio in Kenya, vorrei oggi parlarvi della fotografia durante la meravigliosa esperienza del safari.
Vediamo insieme qual è l’attrezzatura minima da portare con sé per cogliere a pieno la magia di questa esperienza senza farsi mancare nulla.


Photo by Wikipedia

Fotocamere

Già dal plurale capirete che l’ideale sarebbe avere con sé più di un corpo macchina.
Un piccolo lusso che dovremmo riservarci è quello di poter scattare – anche a distanza di pochi secondi – stringendo su un soggetto o allargando sui paesaggi.

L’ideale sarebbe avere due reflex sempre con montate focali differenti: un grandangolare per catturare la meraviglia della savana, l’orizzonte o fare scatti d’insieme (pensate ai branchi di animali), e allo stesso tempo una focale lunga per poter avvicinare soggetti distanti (come animali o uccelli) o per poterli isolare comprimendo la prospettiva.
Ovviamente non tutti dispongono di due corpi macchina (io stessa, in primis), ma una soluzione anche per noi potrebbe essere tenere a portata di mano la reflex per gli scatti grandangolari.

CONSIGLI: esistono corpi macchina tropicalizzati, impermeabilizzati e con particolari guarnizioni contro le infiltrazioni di sabbia e polvere, e contro l’umidità e le piogge improvvise.
Se però non disponete di un corpo simile sarà sufficiente avvolgere il vostro con della pellicola trasparente per alimenti.

Obiettivi

Come in ogni situazione, anche e a maggior ragione in un safari, la soluzione ideale sarebbe comprire la più ampia lunghezza focale possibile.
Un tele-zoom 28-300 mm è un buon compromesso per chi viaggia con un solo obiettivo e vuole comunque essere flessibile nello spaziare da foto panoramiche e d’insieme a particolari, seppure non troppo stretti, di soggetti specifici.
L’ideale però sarebbero due obiettivi diversi che si completino a vicenda, come per esempio un 17-200 mm abbinato ad un 200-300 mm o ad un 300-400 mm.
Obiettivi più lunghi vi serviranno in particolare per fotografare uccelli o piccoli animali.

CONSIGLI: per shooting come questi oltre alla lunghezza e alla focale, è fondamentale usare obiettivi con stabilizzatore ottico per neutralizzare le vibrazioni causate dal movimento della mano ed eventualente dal movimento del veicolo.

Filtri

In situazioni che possono essere rischiose per la fotocamera, e soprattutto per le lenti, è fondamentale proteggere la vostra apparecchiatura.
Per gli obiettivi potrete utilizzare filtri neutri o UV, che oltre a riparare la lente bloccheranno gli ultravioletti riducendo l’effetto foschia particolarmente sentito in ambientazioni aperte e molto illuminate.

CONSIGLI: scegliete un filtro polarizzatore per eliminare i riflessi di corsi d’acqua e laghi, e per ottenere nei paesaggi azzurri più saturi. Ricordate che per obiettivi autofocus sono necessari filtri polarizzatori circolari.


Photo by Wikipedia

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento