Empower your vision 2011: energia, emozione, ospiti straordinari  By

Empower your vision 2011: energia, emozione, ospiti straordinari

Beh, che dire? E’ stato tutto meraviglioso.
Dalla grande partecipazione che ha riempito la sala, alla presenza di ospiti tanto coinvolgenti quanto entusiasti ed entusiasmanti.
Se l’intento di questi due giorni era quello di emozionare, allora credo che sia stato pienamente raggiunto.

Vediamo ora di riassumere quello che è stato detto dai grandi maestri ospiti, le loro particolari attitudini e i loro personali consigli.

Flavio Bandiera

Di Flavio potrei dire che i suoi slide-show parlano da soli.
Personalmente tutti quanti mi hanno toccata in un modo o nell’altro, molti anche commossa, tanto era il pathos che emergeva da ognuno dei set che abbiamo visto.
Una perfetta combinazione di luci, composizione ed emozioni, il tutto sapientemente ritmato da una musica scelta con accuratezza e dedizione.
Dagli occhi al cuore“, non solo il titolo del suo intervento, ma anche il filo rosso che ripercorre ogni singolo lavoro ed il suo essere fotografo.
Le emozioni al centro, nei propri scatti così come nella propria professione. Emozioni come motore della propria crescita personale, prima ancora che per quella professionale.

I consigli di Flavio:
– scegliere sempre location che abbiano una storia, un legame con gli sposi
geometrie che ritornano all’interno dello stesso lavoro
trasformare uno scatto “classico” in una foto “diversa”, magari inclinando la linea dell’orizzonte
– usare paesaggi senza sposi se servono a contestualizzare il lavoro, con parsimonia ovviamente
– ultimo consiglio, il più importante: divertirsi sempre mentre si lavora!

David Beckstead

Un vecchio amico fotografo mi disse una volta: le regole di composizione vanno imparate per poi essere dimenticate.
Beh, direi che la filosofia di David è sostanzialmente questa: rompere le regole.
Per lui tutto è gioco ed è giocando che riescono gli scatti migliori. Con improvvisazione e sperimentazione.
Le sue spose sembrano – e spesso sono – modelle, inserite nei più esclusivi contesti di architettura americana ed europea.

I consigli di David:

  • sperimentare, provate nuove esposizioni, nuove composizioni
  • scoprire le proprietà nascoste della propria macchina
  • lavorare insieme ad altri fotografi per stimolare la creatività
  • usare dei veli per creare giochi di luce e composizione
  • portare sempre una bottiglia d’acqua con sé per creare riflessi
  • ultimo consiglio, il più importante: essere fedeli a sé stessi, lavorare il 50% per il cliente ed il 50% per sé.

Bambi Cantrell

Bambi è stata l’unica relatrice di sesso femminile, e devo dire che la sua presenza scenica non l’ha fatta di certo passare in secondo piano.
Grande donna e grande professionista, si è anch’essa distinta con uno stile molto personale e sperimentale.
Non solo spose ma anche modelle e donne della porta accanto, ognuna con la sua storia da raccontare attraverso la luce, grande protagonista degli scatti.

I consigli di Bambi:

  • mettersi nei panni del soggetto, pensare come pensa la sposa
  • creare empatia anche prima del servizio, capire i suoi gusti e le sue preferenze
  • mimare la posa desiderata
  • motivare la posa, darle un senso (abbracciatevi come se fosse l’ultima volta)
  • presentare i lavori già perfetti, già ritoccati
  • ultimo consiglio, il più importante: realizzare i desideri dei clienti, una donna vuole sempre sentirsi più bella di quello che è.

 
 
Allora, ho scritto tutto oppure ho dimenticato qualcosa?
E voi in quale di questi grandi fotografi rivedete maggiormente il vostro stile?
Attendo numerosi i vostri commenti! 😉

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

2 commenti

  1. semplicemente straordinari sono stati due giorni fantastici che mi hanno aperto il cuore in stimoli nuovi e semplicemente fattibili. Fanno bene questi incontri per condividere con altri professionisti tantissime emozioni..
    i master fantastici, che dire straordinari…
    non mancherò assolutamente il prossimo anno!!!!!

    grazie di tutto

  2. E’ trascorsa una settimana dall’incontro “Empower your vision” e ad oggi è ancora difficile dimenticare le “vibrazioni” che si avvertono in quella sala affollata da persone desiderose di assorbire le molteplici informazioni che arrivavano dal palco!!
    E’ il mio secondo anno a Riccione e questa volta ho preteso la compagnia della mia collaboratrice perchè….tornare in negozio e spiegare con parole quello che si prova a vivere l’esperienza non ha lo stesso effetto che essere seduti lì…a due passi dal grande Davide Cavalieri o dal grande Paolo Svegli!!
    Visto il percorso iniziato l’anno scorso, devo dire che anche quest’anno i protagonisti non hanno deluso le mie aspettative!! Tutto seguiva un filo conduttore…quello di cui si era parlato nel precedente meeting!
    Inutile dire che, impegnatissime a prendere appunti sui profumi, sensazioni e esperienze da far fare in negozio, era facile scivolare dalla seriosità degli argomenti a risate incontrollabili perchè…..come si struttura un negozio “pusher” nella bassa terronia????? Come si spiega ai nostri clienti che questa è l’era del digitale e non del “vicitale”?? E poi, te lo immagini Cavalieri a servire uno che viene con una fotocamera digitale e pretende di essere tolto un rullino????
    Insomma…esperienza unica e indimenticabile….nonchè simpatica e divertente!
    A una settimana dal forum, in ogni modo, stiamo lavorando per diventare “pusher” a tutti gli effetti….ma……questo profumo di “auto nuova” dove cavolo lo troviamo???????(si accettano suggerimenti!!)
    Grazie al Forum le nostre idee sono più chiare, infatti stiamo cercando di “allinearci” come suggerito da Paolo Svegli…e direi che, visti i cambiamentii apportati in pochi gioni, possiamo tranquillamente ritenerci al 3° livello dei “livelli di apprendimento”….ci stiamo evolvendo….e tutto questo al fine di non finire “bollite” nella famosa pentola delle rane!!
    E per concludere, ultimo in elenco non per importanza, un GRAZIE al fautore di questi INCREDIBILI eventi….Andrea……una persona con gli “attributi” che in ogni sua idea ci “mette la faccia”, che associa al suo grande carisma la lungimiranza di un grande imprenditore, capace di mettersi in discussione continuamente e di coinvolgerti nella sua crescita in modo da farla diventare tua per crescere a tua volta!!
    E poi, un veloce ,ma non meno sentito, ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione dell’evento…
    Dalla bassa terronia è tutto !!!
    Un abbraccio virtuale ,
    Marisa.

Lascia un commento